Queens’ Cavalcade 2019

UNA LUNGA CARRIERA NEL MOTORSPORT E POI LA DECISIONE DI ABBANDONARE IL CAMPO FINO AL 2015 QUANDO, INSIEME AD AMICI CHE CON LUI AVEVANO CONDIVISO IL PERCORSO PROFESSIONALE È TORNATO CON L’IDEA DI UN EVENTO CHE LO RIPORTASSE INDIETRO. NASCE COSÌ LA QUEENS’ CAVALCADE DI DANIELE PAPI: UN’OCCASIONE PER RITR VARSI E RIPRENDERE A PARLARE E VIVERE LA MOTO.

Questa è la storia lunga e intensa di un toscanaccio doc (inteso come complimento), classe 49, che ha dedicato tre quarti e mezzo della sua vita a fare cose belle, a vari livelli, anche altissimi, compresi i ponti di comando internazionali, per e con la moto, i motori, affini annessi e connessi.

Il suo nome è Daniele Papi e se volete sorprendervi, cercate il suo curriculum su Wikipedia, mentre chi tra voi è impallinato di enduro e motorally si esalterà: vedere per credere.

Comunque. quando ad un lvoro di passione si da tutto per decenni ottenendo in cambio quasi sempre altrettanto, ad un certo punto ci so può concedere di scegliere le cose da fare, ponendo al primo posto il piacere rispetto al dovere o all’aspetto meramente economico. A lui, oggi, non interessa muoversi con obiettivi commerciali: si vuole innanzitutto divertire, stare bene, altrimenti, piuttosto, se ne sta a casa sua, alle Canarie, dove risiede da anni con moglie e figlia, una più bella dell’altra, più un altro figlio.

Una delle sue invenzioni si chiama Queens’ Cavalcade, alla quale abbiamo partecipato quest’estate con una Benelli 502C, bella urban cruiser motorizzata con il bicilindrico parallelo del Leoncino.

Un evento che nasce nel 2016 come tour motociclistico per gentlemen rider di tutte le età. con una miscela di ingredienti irresistibile: c’è la gara do regolarità, co  approccio soft, perciò con tempi ed organizzazione precisi ma non esasperati, dove il divertimento deve sempre comunque avere la meglio sullo stress. Ci sono sempre itinerari magnifici, indimenticabili, su strade che sembrano disegnate apposta per le due ruote.

Quest’anno si è svolta in Austria nella prima settinana di Agosto con base Seefeld in Tyrol si scenari incantevoli. Curiosate si queenscabvalcade.com per le precedenti edizioni…

…La prima edizione nel 2016, fu fantastica, complice la location delle Canarie e al commiato, nel corso della serata finale,  i partecipanti chiesero di ripetere l’esperienza che nelle intenzioni di Papi doveva essere un evento in unica edizione. Sorpreso e compiaciuto promise di replicare l’anno successivo in Italia. Fu un’edizione tecnica ed impegnativa con molte prove speciali che spesso impedirono ai partecipanti di godere dei magnifici paesaggi del centro Italia. Così per l’edizione di quest’anno, la vena agonistica è stata molto attenuata a favore dell’aspetto giocoso e rilassante. Una sola prova speciale al giorno, giusto per avere il pretesto di assegnare il Queens’ Trophy e niente tabella di marcia. per consentire a chiunque di costruirsi la giornata come preferisce, in compagnia di chi preferisce. Ha funzionato benissimo e le future edizioni che avranno cadenza biennale, restano segnate dalla volontà di preservare lo spirito della manifestazione: belle strade, buona gente, risalto all’aspetto gastronomico e all’amicizia.

Chiudi il menu